Pane cunzato, sole e viaggio…

Sono partita.. Qualche ora fa sono salita a bordo di un aereo che mi ha portato lontano… (non proprio lontanissimo!), e visto che la meta del mio viaggio non è certo famosa per la prelibatezza della propria cucina nazionale (anche se ospita famosi ristoranti), mi sono regalata uno spuntino tipicamente italiano e “terrone”.
Ho approfittato della giornata di sole e dei tavoli su una terrazza con una vista magnifica ed ho mangiato una porzione abbondante di pane cunzato. Il tutto accompagnato da un calice del mio vino bianco preferito: il Müller thurgau.

Ho trasgredito, ma senza pentimento alcuno. D’altra parte, come potevo resistere a quella fetta di pane tostato, con un filo di olio d’oliva.. Ed alla burrata che si scioglieva in bocca insieme ai pomodorini, alla ricotta salata, ai capperi ed alla Nduja?

Non potevo, infatti. E sfido chiunque a fare di meglio…

Un caro saluto a tutti dalla patria della kidney pie.

😉